it  ru  

Libri da leggere per capire la Rivoluzione russa

I drammatici avvenimenti del 1917 sono stati raccontati da Pasternak, Bulgakov e da altri autori della letteratura russa del XX secolo.

Il più importante poeta è Aleksandr Blok che nel suo poema “I dodici” (1918) rappresenta la rivoluzione come un’apocalisse.

Mikhail Bulgakov nel suo suo primo romanzo la “Guardia bianca” condivide le sue impressioni tormentate e dolorose sul torbido periodo rivoluzionario. Lui non credette mai nel socialismo e conservò le sue convinzioni monarchiche fino alla fine dei suoi giorni. Non accettò la rivoluzione, ma non abbandonò il paese. Di molte sue opere, da cui traspariva un rifiuto della nuova realtà, fu impedita la pubblicazione.

Mikhail Sholokhov fu l’unico scrittore a essere insignito nel 1965 del Premio Nobel per la letteratura con il placet ufficiale del Governo sovietico per il suo romanzo “Il placido Don” (1925-40), che si potrebbe definire una sorta di “Guerra e pace” del XX secolo.

Boris Pasternak fu insignito del Nobel, ma il libro “Il Dottor Zivago”(1945-1955) , non poté essere pubblicato in Unione Sovieti per oltre 30 anni.